piemonteinfesta

Danza delle Spade di Venaus

03 / 05 febbraio - Venaus (TO)
Danza delle Spade di Venaus a Venaus

La Festa di San Biagio e Sant'Agata a Venaus vede la spettacolare partecipazione degli Spadonari che eseguono la Danza delle Spade.

La festa di San Biagio si tiene il 3 febbraio, quella di Sant'Agata il 5 febbraio e la domenica successiva per l'ottava. I protagonisti della festa domenicale di San Biagio e Sant'Agata sono, oltre agli Spadonari le autorità religiose, la Compagnia del SS. Sacramento, la Confraternita del SS. Rosario, le autorità comunali, i rappresentati delle varie associazioni e tutta la popolazione Venausina.

La colazione degli Spadonari
La giornata celebrativa inizia ufficialmente alle dieci davanti al Municipio. Circa tre quarti d'ora prima i quattro Spadonari si radunano a casa di quello che fra loro abita più vicino alla chiesa per consumare una colazione a base di Vin Brulè e focaccia. A questa riunione partecipano anche gli Spadonari non più in carica, anzi lo spirito del piccolo cenacolo è anche quello di rendere omaggio e ricordare i danzatori del passato.

La processione
Successivamente gli Spadonari raggiungono le autorità civili e la banda musicale davanti all'edificio Municipale e insieme si recano sul sagrato della chiesa marciando a passo di musica. Una volta in chiesa si forma la processione. Il corteo religioso è aperto da tre chierichetti che portano la croce astile seguiti dai bambini, le donne, i rappresentanti dei Vigili del fuoco e da due Spadonari. Quattro ragazze della confraternita del SS. Rosario portano la statua di S. Agata, le ragazze sono precedute e seguite dalle Priore che indossano un lungo velo bianco che scende dal capo e reggono dei grossi ceri accesi.

A seguire la società Filarmonica e la Compagnia del SS. Sacramento, quattro ragazzi portano la statua di San Biagio affiancati da quattro priore della compagnia del SS. Sacramento con a seguito gli altri due Spadonari. A chiudere il corteo il clero e la popolazione maschile.

Le danze degli Spadonari
Al rientro della processione gli Spadonari si dispongono in piedi a quattro lati dell'altare con l'arma puntata in terra. Seguono la messa e solo nel momento dell'o ffertorio si inginocchiano sulla gamba destra e fanno il saluto militare. Una volta finita la messa escono sul sagrato della chiesa e accompagnati dalla banda musicale danno inizio alle loro spettacolari danze.

Le quattro danze
Le danze degli Spadonari sono quattro: Punta, Quadrim, Saltoe Cuori. Il Direttore musicale dà l'inizio alle danze guidando la banda musica e gli Spadonari a danzare.

Si inizia con la Punta, una danza in linea con gli Spadonari che restano sempre allineati, durante la Quadrim invece si dispongono a quadrato. Tradizionalmente la Punta era la danza di saluto che al mattino apriva lo spettacolo ed al pomeriggio lo chiudeva. Il nome deriva dal fatto che per quattro volte gli Spadonari puntano l'arma in avanti contemporaneamente e questo movimento è detto "Saluto alla Spada". Terminati i due balli e dopo l'intermezzo musicale affidato alla banda, ha inizio il Salto e Cuori. Anche in questo caso la prima danza è in linea e può essere considerata una variante iniziale della Punta, in cui, gli Spadonari, chiudono il saltano girando su se stessi e non con il Saluto alla Spada. Nella Cuori la disposizione è a croce - rombo.

La storia
Conosciuta come uno dei momenti più singolari del folclore delle Alpi Cozie, la Danza della Spada di Venaus si ripete ogni anno con gesti precisi che nascondono un profondo significato rituale.

Le antiche carte conservate negli archivi subalpini non ne hanno lasciato notizie forse perché, data la sua natura essenzialmente popolare, la danza non aveva motivo di essere menzionata in documenti di carattere pubblico ed amministrativo. La tradizione gestuale, i vecchi costumi e i copricapo fioriti sono l'unica testimonianza di questa antico rito.

Gli Spadonari di Venaus portano un elmo con piume lunghe, vestono una fantastica divisa che imita i guerrieri medievali e brandiscono enormi spadoni avvolti in fasce colorate. Il loro passo è cadenzato, a coppie di due procedono per salti, volgendosi indietro e battendo lo spadone.


Per maggiori informazioni

Sito del Comune di Venaus


Ultima modifica 15/01/2016 ore 10:19
Foto: Laboratorio Val Susa


CONDIVIDI SU   FacebookTwitterGoogle+



Home Piemonte in festa Sagre in Piemonte Feste in Piemonte Mercatini e fiere Festival e rassegne Altri eventi in Piemonte Eventi di rilievo
Seguici su
Segnala un evento
ricerca avanzata »
Feste, sagre, eventi, mercatini a Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Sagre, feste, mercatini, eventi a Alessandria Asti Biella Cuneo Novara Torino Verbano-Cusio-Ossola Vercelli
Elenco feste e sagre
N.B. piemonteinfesta.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Chi siamo | Contatti | Termini di utilizzo | Privacy | Cookie